Diritto alla privacy: 10 cose da sapere se sei online

Diritto alla privacy: 10 cose da sapere se sei online

Posted on 20 Set 2017
0 commenti

Se sei online rinunci al diritto alla privacy. Se non ci sei, non esisti.

Cosa provi quando senti o percepisci un’affermazione del genere? Le emozioni sono tante e vanno dalla paura all’ansia, dal desiderio di farsi notare all’impulso a cogliere una sfida. Qualunque sia il trampolino emotivo dal quale hai deciso di tuffarti per stare online, sappi che ci sono 10 cose da sapere per tutelare la tua presenza online e per vivere il digitale in modo consapevole.

Vieni a scoprirle?

Il diritto alla privacy: questione di educazione e rispetto

Sul tema del diritto alla privacy online, Guido Scorza ha dato, su Corriere Comunicazioni, questa visione:

“Internet è un mare pieno di bagnanti che non sanno nuotare”.

Tra le priorità elencate dal responsabile degli affari regolamentari del team digitale del governo ci sono:

  • educare a un uso responsabile di internet
  • proteggere i dati personali e
  • combattere l’analfabetismo digitale.

Pensa a come ti comporti quando vai al mare. In generale:

  1. accedi liberamente a uno spazio pubblico,
  2. ti orienti seguendo le indicazioni fornite in spiaggia,
  3. scegli in quale spazio stenderti al sole o ti fai condurre dal bagnino verso l’ombrellone assegnato,
  4. ti assicuri che ci sia qualcuno disposto a tener d’occhio i tuoi beni mentre vai a fare il bagno
  5. non alzi il tono di voce quando parli,
  6. non fornisci il tuo numero di telefono al venditore ambulante di turno che vuole venderti merce tarocca,
  7. fai attenzione camminare senza alzare la sabbia o invadere gli spazi altrui,
  8. non scavi buche in luoghi di passaggio,
  9. non seppellisci scatolette di tonno sotto la sabbia e le butti nei cassonetti appositi,
  10. lasci in ordine appena te ne vai.

Sono piccoli accorgimenti che dimostrano consapevolezza delle priorità citate da Scorza. In fondo è tuo dovere sapere che:

  • non esisti solo tu,
  • i beni propri e altrui vanno protetti,
  • ci sono rischi e pericoli che si possono evitare e
  • che la buona educazione parte dal basso.

Gli stessi principi valgono anche per il web?

Vuoi continuare ad informarti liberamente? Firma la nostra petizione per impedire alla direttiva europea sull’Ancillary Copyright di non farci più condividere link online!

campagna adesione poche parole

Diritto alla privacy: le 10 cose da sapere se sei online

La tutela al diritto alla privacy parte dall’educazione e le 10 cose da sapere se sei online valgono anche per la vita reale.

  1. Ogni piattaforma social è un luogo pubblico al quale tutti possono accedere e condividere momenti piacevoli e divertenti.
  2. Ci sono delle norme e un regolamento da leggere e da rispettare.
  3. Ci sono dei garanti che indicano quali dati fornire e dove e in che modo verranno tutelati,
  4. Ci sono soggetti online che hanno l’obbligo all’uso responsabile dei dati personali forniti dagli utenti,
  5. Sono definiti doveri e responsabilità nel trattamento dei dati personali,
  6. C’è una netiquette da seguire per non invadere gli spazi altrui,
  7. Ci sono i rischi e i pericoli delle fake news e della disinformazione,
  8. Non si intralcia la libera condivisione generando situazioni che potrebbero alimentare la razzismo e odio online,
  9. Esistono i luoghi adibiti per consentire lo svolgimento delle proprie attività nel rispetto di doveri civici e digitali e
  10. esistono leggi che assicurano i diritti sulla proprietà intellettuale di ogni contenuto pubblicato online.

Ecco, queste sono le 10 cose da sapere se sei online. Ci sono dei punti che vorresti aggiungere, per essere più consapevole di come tutelare e far rispettare il tuo diritto alla privacy?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *